AN IDEAL HUSBAND

Libero adattamento dall’opera di Oscar Wilde

Spettacolo in lingua inglese

Autore

Oscar Fingal O’Flahertie Wills Wilde nasce nel 1854 a Dublino. Frequenta con successo la Portora Royal School di Enniskillen, il Trinity College di Dublino e il Magdalen College di Oxford, ottenendo nel novembre 1878 il prestigioso “Bachelor of Arts”. Diviene ben presto famoso non solo per le sue opere, ma anche per i suoi atteggiamenti stravaganti, come passeggiare a Piccadilly con un giglio o un girasole in mano. La sua vita sentimentale è molto turbolenta: si sposa con Constance Lloyd nel 1884, ma il matrimonio fallisce dopo qualche anno. Intreccia poi una relazione con Lord Alfred Douglas che porta pubblicamente a galla la sua omosessualità e crea un grande scandalo nella società vittoriana dell’epoca. Nel 1895 intenta una causa per diffamazione contro il marchese di Queensberry, ma senza successo. Anzi, da querelante diventa imputato e viene condannato a due anni di lavori forzati per omosessualità. E’ la rovina sociale ed economica. Uscito di prigione nel 1897, ritorna a Parigi, ma la discesa sociale è inesorabile. Morirà, povero e malato, nel 1900.

Opere principali
  • The Duchess of Padua (1883)
  • The Happy Prince and Other Tales (1888)
  • The Picture of Dorian Gray (1890)
  • Salomè (1893)
  • Lady Windermere’s Fan (1892)
  • A Woman of No Importance (1893)
  • The Importance of Being Earnest (1895)
  • An Ideal Husband (1895)
  • De Profundis (1897)
  • The Ballad of Reading Gaol (1898)
Trama

Sir Robert Chiltern è un rispettato e brillante uomo politico, profondamente amato dalla moglie, che riconosce in lui tutte le migliori qualità. Un giorno, però, i meschini intrighi di Mrs. Cheveley rivelano a Lady Chiltern che la fortuna di suo marito ha avuto origine da un’antica disonestà. Questa rivelazione le fa perdere la fiducia nel marito e fa sgretolare non solo la sua felicità, ma anche il suo più importante punto di riferimento etico. Solo il tempestivo intervento di un amico di entrambi, l’ironico ed affascinante Lord Goring, riuscirà a salvare il loro matrimonio.

Note di regia

Alla fine dell’Ottocento, Londra è la più importante potenza politica ed economica mondiale e l’intero allestimento riflette quest’idea di benessere e potere. La vicenda si svolge negli appartamenti dell’alta borghesia, rappresentati attraverso pannelli mobili, trasparenti, rivestiti da ricchi tendaggi e completati da elementi di arredo che aiutano il pubblico a individuare i diversi ambienti. I costumi, oltre ad identificare i diversi personaggi, stabiliscono un legame con la loro linea d’azione attraverso uno stile moderno e vivido: il pubblico assisterà a un’opera ancora attuale, piena di vitalità ed emotivamente coinvolgente diretta dalla regista Irina Sabristova. Gli accessori sono studiati con attenzione: cappelli, gioielli, cravatte, scarpe eleganti… creano in scena un’immagine di opulenza e contribuiscono a catturare l’immaginazione degli spettatori. La musica è un sottofondo costante: i brani sono scelti sia per schiudere al pubblico il periodo storico in cui è ambientata l’opera, sia per veicolare l’emozione delle scene, intensificando temi forti come amore, tradimento, inganno, e allentando la tensione nei momenti più romantici e leggeri. La recitazione è studiata per rendere l’opera accessibile ai giovani studenti italiani e gli eventi principali sono marcati in maniera significativa dall’interpretazione degli attori, per rendere chiara l’intenzione dei personaggi. I caratteri femminili, lungi dall’essere meri complementi delle macchinazioni degli uomini, acquisiscono forza e sono fortemente motivati. Eleganza, vivacità e chiarezza sono le parole chiave di questo allestimento.

Copyright © 2015 Il Palchetto Stage sas di Fava C. & C. – È vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti di questo sito. – Per maggiori Informazioni clicca qui

STAGIONE 2014 – 2015